KXIP vs KKR Live Score

Virginia Raggi rischia il processo per le nomine in Campidoglio di Salvatore Romeo e del fratello di Raffaele Marra, ex capo del personale del comune di Roma. La Procura capitolina ha notificato alla Raggi l'avviso di chiusura delle indagini preliminari, anticamera della richiesta di rinvio a giudizio.

Sono terminate le indagini sulle nomine di Virginia Raggi e una prima parziale buona notizia è arrivata: infatti, è stata archiviata la posizione relativa alla nomina di Ranieri, anche se rischia il rinvio a giudizio per le accuse sui rapporti con Marra e Romeo.

L'accuso di abuso d'ufficio sarebbe confermata per Virginia Raggi in concorso con Salvatore Romeo, passato da funzionario alla segreteria del sindaco, con il conseguente aumento di stipendio da 39mila euro annui a 120mila euro, cifra poi ridotta a 93mila dall'Anac. Anche per la discussa Paola Muraro, ex assessore all'Ambiente, sono decadute le accuse di abuso d'ufficio nell'inchiesta sui rifiuti, ma restano in piedi quelle per ecoreati.

Quanto all'accusa di falso documentale la Raggi è sotto accusa per aver detto alla responsabile anticorruzione del Campidoglio, Mariarosa Turchi, di aver deciso da sola su quella nomina su cui l'Anac di Raffaele Cantone ha poi avanzato a suo tempo una serie di rilievi. I magistrati ritengono questa scelta non legittima, in linea con quanto rilevato dalla Corte dei Conti, ma considerano insussistente l'elemento soggettivo del reato (e cioè il dolo intenzionale). L'indagine scattò dopo l'esposto presentato il 2 settembre 2016 da Fratelli d'Italia, che chiedeva chiarimenti in relazione alla nomina e al compenso della Raineri pari a 193mila euro l'anno.


COMMENTI