KXIP vs KKR Live Score

A quel punto i migranti hanno proseguito la loro marcia nel letto del fiume Roja risalendo per 7 chilometri fino alla frazione Calvo, distante soli a 4 chilometri dal confine transalpino. Per questo in accordo con i colleghi francesi, carabinieri e poliziotti italiani si alterneranno nella sorveglianza del passo a Olivetta mentre l'elicottero della police nationale pattuglia dall'alto la linea di confine. Come si vede nel video diffuso dalla Rete No Borders - Genova (qui sotto, ndr), i rifiuti di cui parlava l'ordinanza altro non erano che i pochi beni dei migranti, principalmente vestiti e sacchi a pelo. Così molti profughi, circa 400 persone, si sono dati alla fuga stanotte, lasciando l'alveo del fiume per evitare lo sgombero e arrivare in Francia, lungo il greto del fiume, camminando per 5 km, guidati da giovani tedeschi. Nessuno di noi vuole restare in Italia: "oggi vogliamo riuscire a raggiungere la Francia per avere là una vita che sia dignitosa".

Un cospicuo gruppo di migranti si è prima fermato nella vicina frazione di Torri, sorvegliato a vista dalle forze dell'ordine, poi ha proseguito alla volta di Olivetta San Michele, ultimo comune italiano prima del confine con la Francia, verso il valico di frontiera di Fanghetto, dove ad attenderli hanno trovato polizia, carabinieri e alcuni agenti della gendarmerie nationale francese. Al loro posto, sta sorvolando la linea di confine un elicottero della la gendarmeria che si occupa del controllo del territorio.

Notte di incidenti e tensione vicino a Ventimiglia dove è esplosa la protesta dei migranti, quasi tutti sudanesi, che volevano attraversare il confine con la Francia.

I migranti hanno deciso di muoversi dopo l'annuciata ordinanza del sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano che prevedeva la pulizia straordinaria delle sponde del fiume Roja.


COMMENTI