KXIP vs KKR Live Score

Colpo di scena al processo per l'omicidio di Gloria Rosboch, la professoressa 49enne di Castellammonte, nel Canavese, scomparsa a gennaio 2016 e il cui corpo venne ritrovato un mese dopo in una discarica vicino alla sua abitazione. È stato solo lui, senza l'aiuto del complice-amante Roberto Obert. Un'udienza durante la quale il pm Giuseppe Ferrando ha chiesto le condanne per gli imputati accusati del delitto Rosboch. "Una mente diabolica" è invece stato descritto così Gabriele Defilippi che però appunto ha spiazzato tutti con l'ammissione totale di colpa: ha scelto le dichiarazioni spontanee addossandosi la colpa del delitto.

Svolta importante al processo di Gabriele Defilippi, accusato principe per l'omicidio di Gloria Rosboch, la povera professoressa di Castellamonte uccisa dall'ex amante e dal complice del delitto Roberto Obert. Al suo fianco l'avvocato, Giorgio Piazzese, De Filippi ha fatto dichiarazioni spontanee: "Sono io l'autore materiale del delitto, Obert non c'entra" è in sintesi il succo delle dichiarazioni del principale imputato. Con le dichiarazioni odierne Defilippi cambia nuovamente versione, quindi, scagionando del tutto Roberto Obert, presente sì al momento del'omicidio ma non compartecipe dell'azione delittuosa. In aula oltre a De Filippi e Obert (con l'avvocato, Celere Spaziante) è presente Caterina Abbattista, mamma di Gabriele e co imputata per il delitto.

La sentenza dovrebbe arrivare martedì 4 luglio. "Chiedetelo a loro. Defilippi è diabolico" ha detto il pm Ferrando. Ha spiegato che non ci sono elementi per concedergli le attenuanti generiche e che l'aggravante della premeditazione sussiste, così come quella di aver ucciso per celare una truffa.


COMMENTI