KXIP vs KKR Live Score

Le accuse della cantante sono molto evidenti e riportano alla decisione, impopolare, di Domenico Dolce e Stefano Gabbana di continuare a vestire la consorte del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, Melania, separando la moda dalle logiche politiche.

Lite social dai toni accesi tra Miley Cyrus e Stefano Gabbana. Il tono acceso del post, scritto sia in italiano che in inglese, è stato mitigato dall'aggiunta delle faccine sorridenti, ma la polemica ha preso fuoco sui social, infiammando fan e detrattori della Cyrus.

Miley, che ha sostenuto fino all'ultimo Hillary Clinton, ha visto questa collaborazione come una presa di posizione politica da parte degli stilisti.

Durante la sfilata, organizzata venerdì sera al "Martini Bar", il caffè-club hipster di Dolce & Gabbana nel centralissimo Corso Venezia di Milano, in occasione della fashion week dedicata alla Moda Uomo, tra i tanti millennial in passerella, accanto agli ormai collaudati Presley Gerber (figlio di Cindy Crawford e di Rande Gerber) e Brandon Thomas Lee (figlio di Pamela Anderson e Tommy Lee), c'era infatti il giovanissimo fratello della popstar, 23 anni, capelli lunghi e mossi, barba incolta e fascino da maledetto.

Un lungo pensiero che all'inizio ha messo in luce i pregi del fratello, per poi passare all'attacco contro Dolce e Gabbana: "Non è mai stato un sogno di mio fratello essere un modello - scrive - è uno dei musicisti più talentuosi che le mie orecchie abbiamo avuto la fortuna di ascoltare, ma è un tratto caratteristico della famiglia Cyrus provare qualsiasi cosa almeno una volta e abbracciare opportunità che ti incoraggino a fare un passo fuori dalla tua comfort zone". Stefano Gabbana ha interpretato il post proprio in chiave politica e ha risposto per le rime: "Noi siamo italiani e della politica non ci interessiamo, di quella americana ancora meno!"

'PS, D&G, io mi oppongo FORTEMENTE alle vostre idee politiche', ha scritto recentemente Miley Cyrus, facendo irritare non poco Stefano Gabbana, che ha replicato a stretto giro. "La prossima volta ignoraci x favore!".


COMMENTI