Leader riconosciuto in transformational business, Hackett riferirà al Presidente Esecutivo Bill #ford, succedendo a Mark Fields, che ha scelto di concludere, dopo 28 anni di successi, la sua carriera nell'Ovale Blu.

Ford sceglie di affidare le redini del cambiamento all'uomo che dal marzo 2016 è stato a capo della divisione Smart Mobility della casa dell'Ovale blu.

Hackett ha aggiunto: "Sono entusiasta all'idea di lavorare per realizzare un business ancora più dinamico e vivace, in grado di migliorare la vita delle persone in tutto il mondo e creare valore per tutti i nostri stakeholder". Hackett "è il CEO giusto per guidare Ford durante questo periodo di trasformazione per il settore auto e la mobilità nel suo complesso", ha affermato Bill Ford.

Nei tre anni di gestione Fields il valore delle azioni Ford è calato di circa il 40%e il malumore dei soci si era fatto sentire quando, in Borsa a New York, la capitalizzazione di mercato era stata superata quella di Tesla, l'azienda californiana di Elon Musk produttrice di auto elettriche.

Ford Motor Company ha, inoltre, nominato 3 Executive Vice President, che risponderanno a Jim Hackett: Jim Farley, President Global Markets, Joe Hinrichs, President Global Operations, e Marcy Klevorn, President Mobility. Ford ha annunciato la nomina rivelando che la scelta è ricaduta su Hackett per "rafforzare ulteriormente il proprio core business delle automobili a guida autonoma ed accelerare un cambiamento strategico volto a capitalizzare quanto più possibile le opportunità rappresentate dai nuovi mercati". Truby prende il posto di Ray Day, che continuerà a fornire consulenza fino al momento del suo ritiro dalla società, previsto il prossimo anno. Da dicembre 2014 Ballew guida i team globali di dati e analisi, incluso lo sviluppo di nuove funzionalità che supportano la connettività e la smart mobility.


COMMENTI