KXIP vs KKR Live Score

Il processo è a carico di 57 persone tutte, eccetto una, consiglieri, ex consiglieri, ex assessori.

A batter cassa è stata l'avvocata del Pirellone Antonella Forloni, che ha spiegato di aver calcolato la cifra "nella misura del 50 per cento del danno patrimoniale e non patrimoniale" (cioè di immagine, ndr.) che quindi secondo lei ammonterebbe al doppio. 357, 39 euro, somma che, al netto del presunto danno "non patrimoniale", ha indotto l'avvocatura regionale ha richiedergli una provvisionale di 90.

La parte civile chiede 620.783,85 euro all'ex capogruppo della Lega Stefano Galli, accusato di aver pagato con i soldi regionali anche il banchetto di nozze della figlia e di aver fatto ottenere indebitamente al genero un contratto di consulenza con il Pirellone per 19 mesi per oltre 196mila euro. Indennità "adeguata per svolgere la propria attività istituzionale senza preoccupazione" e senza che nessuno "venisse a chiedere" come fosse utilizzata. "Non c'è stato alcuno sbaglio - ha aggiunto, riferendosi alle giustificazioni date da alcuni durante le loro dichiarazioni spontanee -. È un manifesto di indifferenza rispetto al doveroso controllo della spesa pubblica che chi ha un ruolo nell'amministrazione deve effettuare".

"I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore": così recita l'articolo 54 della Costituzione italiana, ed è questo il punto del danno d'immagine. Ingente anche il risarcimento che dovrebbe versare l'ex presidente regionale, il leghista Davide Boni: ben 414.678 euro. Non da poco anche la provvisionale per Renzo "il Trota" Bossi: 57.878,61 euro per aver messo in conto, come risulta dagli atti, non solo sigarette, campari e moijto, ma anche un paio di spazzolini con le sue iniziali e un localizzatore di autovelox.

Si torna in aula il 10 luglio.


COMMENTI