KXIP vs KKR Live Score

È il Renzi "forte" del dopo pre-primarie, quello che parla: perché anche se cita il governo Gentiloni, che ha scelto "la stessa strategia", fa più di un riferimento all'impegno del suo governo, quello dei mille giorni, che non ha lasciato, scrive l'ex premier, "nessun buco di bilancio, ma un bel tesoretto", che dovrebbe contenere le risorse "per affrontare le tre emergenze sociali, le tre P: pensioni, periferie, povertà". Noialtri le tasse né le aumentiamo. "Ancora per errore il domani, a arbitrare come quale c'è lettera nel DEF. Il PD né è in maggiore quantità il determinazione delle tasse, abbiamo sul serio rottamato Dracula". "I soldi necessari vengono da provvedimenti ideati in passato (rottamazione Equitalia e split payment su tutti): non abbiamo lasciato nessun buco".

Nella lunga e corposa e-news, alla fine trova spazio anche il caso Consip, con Matteo Renzi che torna a ribadire come la sua linea sia sempre quella della ricerca della verità, soprattutto alla luce delle ultime novità. Abbiamo però lasciato molti soldi per i principali provvedimenti di cui l'Italia ha bisogno -dice Renzi-.

Nelle scorse settimane è stata firmata l'intesa con i Comuni per il finanziamento di diversi progetti tesi alla riqualificazione delle periferie, mentre per la povertà e le pensioni il governo si sta adoperando con il Reddito di Inclusione e l'Ape, l'anticipo pensionistico. Il motivo è semplice: quel mondo che all' ingrosso ha avuto come punto di equilibrio la figura di Giorgio Napolitano non ha più alcun motivo di sostenere l' ex segretario del Pd una volta fallito il referendum sulle riforme costituzionali. Con ogni probabilità la parola data verrà rispettata nella prossima manovra autunnale, ma qualsiasi sarà il prossimo governo dovrà comunque fare i conti con delle casse statali che non godono di grande salute.


COMMENTI