KXIP vs KKR Live Score

La norma in questione, a differenza dell'Ape di mercato, non prevede alcun coinvolgimento di banche e assicurazioni essendo l'anticipo completamente finanziato dallo Stato. I requisiti rimangono quelli di 63 anni di età e 30 di contributi (36 per i lavoratori usuranti).

La deroga Amato, consiste nella possibilità di accedere al trattamento pensionistico anticipato per i soli dipendenti del settore privato (non pubblico) che abbiano accumulato 780 settimane di contributi effettivi da lavoro dipendente ovvero sono 15 anni contributivi e 25 anni di anzianità contributiva.

Anzitutto, il fatto che c'è tempo solo dal 1° maggio al 30 giugno per presentare le richieste "Solo quando saranno resi noti i risultati del monitoraggio e se rimarranno risorse non utilizzate, l'Inps potrebbe esaminare le domande presentate successivamente al 30 giugno e fino al mese di novembre".

Ricordiamo che si tratta di una misura sperimentale in vigore dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018 intesa ad agevolare la transizione verso il pensionamento per soggetti svantaggiati o in condizioni di disagio ed è soggetta a limiti di spesa.

Nel 2018, invece, le domande di accesso dovranno essere presentate fra il primo gennaio e il 30 marzo per la finestra dei pagamenti che scatterà a giugno.

Ci vogliono 30 anni di contributi per: disoccupati in seguito a licenziamento o dimissioni per giusta causa che abbiano terminato da almeno 3 mesi di percepire il sussidio di disoccupazione; caregiver che assistono coniuge o parente di primo grado convivente con handicap grave da almeno sei mesi; lavoratori con riduzione della capacità lavorativa pari al almeno il 74%.

Per rientrare in quest'ultima categoria bisogna rientrare nell'elenco delle mansioni considerate gravose e selezionate nella legge di Bilancio del 2016 (dagli operai dell'industria estrattiva, dell'edilizia e della manutenzione degli edifici, ai conduttori di mezzi pesanti, i conciatori, le badanti o le maestre d'asilo). L'Inps effettua direttamente una trattenuta mensile al momento del pagamento della pensione.

Arriveranno a giorni i decreti APe, l'anticipo pensionistico introdotto dalla Legge di Stabilità 2017 per garantire maggiore flessibilità all'uscita dal mondo del lavoro in Italia.

Vista la situazione, l'Inca in qualità di patronato avrà un compito non semplice, ma proprio attraverso i suoi canali comunicativi cercherà di informare i potenziali beneficiari sui passi da compiere per raggiungere il "traguardo" dell'Ape social, che riguarda anche alcuni lavoratori precoci.


COMMENTI