Non solo sull'ex fidanzato che avrebbe diffuso il video, ma anche su chiunque abbia condiviso e contribuito a diffonderlo.

Lei si è ribellata: ha denunciato pubblicamente di aver scoperto la diffusione fraudolenta su whatsapp di un suo video hot che la ritrare in momenti di intimità con un uomo. Elisabetta ha 30 anni, bresciana, e lavora come pr in una discoteca di Padova. "Io ragiono, sono una persona forte e questa cosa non mi ha per niente toccato, ma se fossi stata una persona come quella povera ragazza, voi sareste colpevoli di qualcosa di molto, molto grave", ha raccontato Elisabetta. "Persone che devono vergognarsi visto che come ben sapete un po' di tempo fa c'è stata una ragazza che è apparsa su tutti i telegiornali, che per un video molto banale si è tolta la vita", così racconta Elisabetta al Mattino di Padova, ricordando la triste vicenda. "E' arrivato persino sul telefonino di mia nipote di 17 anni", spiega Elisabetta che quando ha scoperto che tutti intorno a lei l'avevano vista in quel video, non si è persa d'animo e ha deciso di rendere pubblica la sua vicenda. "Non sarà la nuova Tiziana Cantone", ha detto al quotidiano La Repubblica: e da lì, pioggia di denunce.

"Una sera, mentre lavoravo si è avvicinato il mio capo dicendo che girava un video su di me in vari gruppi Whatsapp". La donna si sfoga anche su Facebook, dove sono in molti ad esprimerle la loro solidarietà. Quel giorno ha iniziato a filmare, ammetto di essermene resa conto, ma ero coinvolta e l'ho lasciato fare.

"Non capisco l'ipocrisia dei ragazzi e delle ragazze che giudicano e parlano alle spalle, quando tutti abbiamo una vita intima" ha attaccato infine Elisabetta, concludendo: "Gli uomini criticano e offendono, ma sono i primi che vanno alla ricerca di determinate cose".


COMMENTI