La persona che lo ha messo in giro verrà punita. Lei si chiama Elisabetta Sterni, ha 30 anni ed è di Brescia, lei però non ci sta, non si arrende alle solite offese e all'umiliazione: "Sono una persona forte, non farò la fine di Tiziana Cantone, però vorrei che chi ha diffuso il video si vergognasse almeno un po'".

Con uno sfogo attraverso il suo profilo Facebook, la 30enne, che lavora come pr e ragazza immagine in discoteche del padovano, ha puntato il dito non solo contro chi per primo ha diffuso il video ma anche e contro chi lo ha condiviso successivamente.

"Una sera, mentre lavoravo si è avvicinato il mio capo dicendo che girava un video su di me in vari gruppi Whatsapp". Così racconta Elisabetta al Mattino di Padova, ricordando la triste vicenda, simile alla sua, di Tiziana Cantone. "Ma è giusto che paghi anche chi ha moltiplicato quelle immagini con leggerezza, senza rendersi conto di come si può far male a una persona". "Mi fidavo. Inviare quelle immagini a qualcun altro è stato un gesto cattivo". "L'hanno giudicata tutti, senza porsi domande, senza chiedersi come si poteva sentire", ha raccontato Elisabetta in una intervista rilasciata a Repubblica. E, se non le trovano dalle loro fidanzate, arrivano anche a tradirle.

Il video dura pochi secondi e la ritrae con un uomo in un momento di intimità.


COMMENTI