KXIP vs KKR Live Score

"Non abbiamo nulla a che vedere con l'operazione Mediaset-Vivendi in nessuna forma, né diretta né indiretta", ha dichiarato il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, a margine di un evento. In particolare, le imprese di comunicazioni elettroniche che detengono nel mercato italiano una quota superiore al 40% non possono acquisire ricavi superiori al 10% del Sistema Integrato delle Comunicazioni, il cosiddetto Sic (tv, radio, editoria). Agcom che, in qualità di soggetto di controllo delle norme anti concentrazione nei mercati delle comunicazioni, in una nota sottolinea che, alla luce di operazioni in corso sui mercati azionari, il Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi e Radiofonici (Tusmar) stabilisce un divieto al superamento dei tetti di controllo. Mediaset, il cui azionista di maggioranza è il gruppo Fininvest con il 34,7% del capitale, raggiunge nel 2015 una quota del 13,3% del Sic.

La posizione dell'Agcom emerge a fine giornata, dopo che in Borsa sono già scattate quelle che in gergo tecnico vengono chiamate le "prese di beneficio" sul titolo Mediaset, che si è scaldato negli ultimi giorni passando dai 2,7 euro del 12 dicembre ai 3,8 di ieri.

"Siamo sereni. Non è un'operazione sollecitata, ma non è un atto ostile", hanno spiegato fonti vicine al gruppo Vivendi replicando sulla scalata a Mediaset definita "atto ostile" da parte della famiglia Berlusconi.

"Altrettanto bizzarro è sostenere, come ha fatto il ministro Calenda - attacca il deputato Paolo Romano - che la società di Cologno Monzese 'opera in un campo strategico come quello dei medià quando rappresenta la principale concorrente dell'operatore radiotelevisivo pubblico". Il giorno dopo un simile balzo gli investitori preferiscono vendere l'azione del Biscione e magari portare a causa una lauta plusvalenza.

Il governo italiano si è rivolto, in modo informale, al governo francese per spiegare che le future decisioni italiane in merito alla faccenda sono volte "a difesa della dignità nazionale": L'Italia non è certo ostile, fanno sapere da palazzo Chigi, verso chi intende investire nel Bel PAese, ma "nessuno può pensare di fare razzie".

Insomma un vero stato di guerra, con la Procura di Milano che intanto ha aperto un fascicolo sull'esposto del Biscione su ipotesi di manipolazione del mercato a proposito delle modalità della scalata Vivendi.


COMMENTI