KXIP vs KKR Live Score

Uomini dell'intelligence americana ritengono che il presidente russo, Vladimir Putin, si sia interessato personalmente e abbia influenzato direttamente la campagna elettorale americana.

La notizia è diffusa da un'esclusiva di Nbc News che cita alcune fonti dei servizi segreti con accesso diretto al dossier. "E sappiamo anche che Donald Trump ha mostrato un molto preoccupante sostegno nei confronti di Putin".

Una nuova bufera si abbatte sulle elezioni presidenziali americane e sui presunti attacchi hacker durante la campagna elettorale, tanto spesso saliti agli onori della cronaca nei mesi precedenti all'appuntamento alle urne che vide come vincitore Donald Trump.

Putin ha riferito di non aver mai perdonato Hillary Clinton - allora segretario di Stato degli Stati Uniti - per aver messo pubblicamente in discussione l'integrità delle elezioni parlamentari del 2011 in Russia, e l'ha accusata di aver incoraggiato proteste di piazza.

E se ad ottobre le 17 agenzie di intelligence Usa avevano rilasciato una dichiarazione in cui si accusava la Russia di essere dietro l'hackeraggio del Partito Democratico, affermando che tale operazione poteva essere autorizzata solo ai massimi livelli, ora per la prima volta ad emergere sarebbe state delle prove incontrovertibili di legami tra le operazioni degli hacker e Putin in persona. In realtà anche Hillary Clinton, in un'intervista rilasciata nel luglio scorso a Fox News, riguardo al cyber-attacco subito dai server del Democratic National Committee, aveva dichiarato: "Sappiamo che i servizi di intelligence russi hanno hackerato i computer del Partito Democratico e sappiamo che hanno organizzato la diffusione di gran parte di quelle mail".

Intanto la Cia, ha di fatto avallato la tesi che il presidente russo abbia voluto con forza l'elezione del tycoon alla Casa Bianca, mentre l'Fbi e altre agenzie di sicurezza non confermano l'ipotesi.


COMMENTI