KXIP vs KKR Live Score

"Da più di 6 anni i dipendenti pubblici subiscono le conseguenze di un blocco degli stipendi illegittimo, bocciato dalla Corte Costituzionale - spiega il presidente Carlo Rienzi - A fronte di un danno immenso per i lavoratori, per i quali la lesione dei diritti patrimoniali ha raggiunto ad oggi quota 37 miliardi di euro, il Governo stanzia appena 850 milioni di euro, ossia una media di 265 euro a lavoratore". Si tratta di salario lordo, avrebbe affermato, ma 85 euro non possono essere minimi, sono medi perche' vogliamo impegnarci su un obiettivo chiaro.

"Da chiudere prima del referendum l'unica partita aperta è quella del contratto sul pubblico impiego". Il protocollo sui contratti pubblici varrà per tutti i comparti pubblici: è quanto sarebbe stato deciso al tavolo, sempre secondo quanto riferiscono fonte sindacali. Annamaria Furlan, leader della CISL auspica una chiusura della trattativa "dopo tanto lavoro siamo venuti qui per chiudere", ha detto la Furlan che ha poi aggiunto: "Spero in un buon accordo, anche sugli 85 euro".

Altro tema da verificare è quello del bonus fiscale degli 80 euro: in caso di aumento, gli attuali beneficiari della pubblica amministrazione (che sono circa 800 mila, di cui 250 mila nella scuola) potrebbero perderlo. Il documento spiegherebbe che le parti "si impegnano ad individuare, con cadenza annuale, criteri e indicatori al fine di misurare l'efficacia delle prestazioni delle amministrazioni e la loro produttività collettiva con misure contrattuali che incentivino più elevati tassi medi di presenza". I sindacati invece continuano a chiedere modifiche sul punto, cercando una formula diversa che ampli i margini dell'incremento, chiedendo modifiche al testo su questo punto. Per Cgil, Cisl e Uil gli aumenti retributivi devono essere non inferiori a 85 euro. Dunque al momento, le parti rimangono sulle posizioni già emerse nel precedente incontro del 24 novembre.


COMMENTI