KXIP vs KKR Live Score

"Non si può partecipare ad una cerimonia di commemorazione dei caduti sul lavoro senza avere chiaro che l'impegno di tutti deve essere quello, come ha ribadito lo stesso Presidente Mattarella, di impedire che questi fatti si ripetano". La polemica, però, nonostante il raggiungimento dell'accorso con la famiglia Riva non si placa e del famigerato emendamento fantasma da 50 milioni di euro per Taranto non v'è più traccia. "Questi soldi, alla fine quasi 1,3 miliardi, saranno una compensazione che andrà a risanare Taranto e l'Ilva". "Mi pare che questa testimonianza dei genitori tarantini sia molto importante e dimostri quanto questa città sia viva e pronta a combattere non solo per se stessa ma per i diritti di tutti gli italiani".

"Ci sono state - dice Renzi - polemiche assurde sull'impegno del governo su Taranto che è in una situazione davvero difficile per colpa del passato".

La questione al momento è stata chiusa dall'ultimo intervento del premier, che ha partecipato alla trasmissione Unomattina: "Non è vero che nella Legge di Stabilità mancano le risorse per Taranto a cui, in totale, in questi anni, abbiamo dato 1,6 miliardi, anzi poco di più". Sono le parole pubblicate su Facebook dal presidente della commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia, costretto a replicare alle dichiarazioni del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in merito ai 50 milioni non più assegnati alla sanità tarantina nell'ambito della Manovra (leggi qui). Lo ha annunciato Matteo Renzi in diretta social da Palazzo Chigi. "Adessorimpastare questa roba non ha senso". Di fronte a queste cifre è stato presentato un emendamento, per destinare altri 50 milioni del fondo nazionale della sanità alla città, a quel punto le altre Regioni hanno detto: "'se dobbiamo spendere questi soldi, lo decidiamo insieme, non è che questi soldi si possono spendere tutti in un'unica città'".

Dalla famiglia Riva arriverà oltre un miliardo per il risanamento dell'Ilva di Taranto. L'udienza è stata poi subito aggiornata al 18 luglio, giorno in cui la Corte d'Assise del Tribunale di Taranto, presieduta da Michele Petrangeli ha stabilito che il processo 'Ambiente Svenduto' sul presunto disastro ambientale prodotto dall'Ilva, restasse a Taranto, respingendo la richiesta di spostamento a Potenza avanzata dall'avvocato Pasquale Annicchiarico, difensore di Nicola Riva.


COMMENTI