KXIP vs KKR Live Score

Le ceneri del 'lider maximo' saranno tumulate con una cerimonia solenne il 4 dicembre.

La Fondazione Nelson Mandela ha espresso in un tweet le sue più profonde condoglianze al popolo e al Governo di Cuba per la morte di Fidel Castro.

La rivoluzione di Fidel Castro ed Ernesto 'Che' Guevara ha segnato un'epoca che non tramonta con la scomparsa di un uomo perché proprio quella fierezza e quell'orgoglio di riposto nella cultura e nella identità che hanno segnato il 1959 possono portare Cuba a diventare la guida di tutto il Centro e il Sud America così come Castro era ascoltato e seguito dai presidenti di quelle nazioni.

Cuba ha proclamato nove giorni di lutto nazionale per la morte di Fidel Castro, poche ore dopo l'annuncio commosso da parte del fratello Raul, che ha ereditato la presidenza.

Infatti per l'economia cubana e per l'Isla sullo scacchiere geopolitico il cambiamento è un processo che ha avuto il suo inizio con la visita di Giovanni Paolo II alla fine degli anni novanta e che tra frenate e slanci continua in una prospettiva determinata da una diplomazia costante ed operosa tesa ad espandere le relazioni commerciali e a superare quell'embargo che la costringe in un assetto ormai antistorico. "Hasta la victoria siempre", ha concluso Raùl. E' quanto afferma papa Francesco nel telegramma di cordoglio per la morte di Fidel Castro, inviato al fratello e attuale presidente Raul Castro.

Odiato o elogiato, molto amato o criticato per il suo dispotismo che ha comunque segnato un'intera epoca. Se i media a L'Avana si impegnano a "difendere La 'Revolucion' che Castro ha costruito insieme ai poveri della sua terra", per le strade di Little Havana a Miami si registrano invece scene di gioia e molti sono gli slogan che si levano contro "il dittatore".

Il presidente francese, Francois Hollande, ha dichiarato che Fidel Castro "incarnato la rivoluzione cubana" nelle sue "speranze e disillusioni". Malato, dopo aver delegato il potere al fratello Raul - prima in modo provvisorio il 31 luglio 2006, poi definitivamente nel febbraio 2008 - ha così cominciato il conto alla rovescia verso la fine di una vita leggendaria. Per undici milioni di cubani si apre un'era di incognite. 'Ucciso' più volte dalle reti sociali, e con lunghi periodi di assenza dal pubblico, i limiti al suo mandato Fidel li aveva fissati nel 2003, dirigendosi ai cubani: "Rimarrò con voi, se lo volete, finchè avrò la consapevolezza di potere essere utile, se prima non lo decide la stessa natura". Queste le parole di Maradona dopo la scomparsa dell'ex politico cubano: "È stato come un secondo padre, mi ha aperto le porte di Cuba quando nella mia Argentina molte cliniche mi hanno rifiutato".


COMMENTI