KXIP vs KKR Live Score

Cosi' l'ex presidente Nicolas Sarkozy, che ha riconosciuto di essere stato sconfitto, giunto terzo a sorpresa alle primarie della destra, Les Republicains, per le presidenziali del 23 aprile 2017 (ballottaggio 7 maggio). E in prospettiva quindi, con la sconfitta del candidato inevitabile e l'esaurimento della spinta della corsa verso il centro, si potrebbe profilare un ritorno inatteso della dialettica politica e dunque della contrapposizione destra-sinistra, un'opportunità forse insperata per la gauche, che vedremo se sarà in grado di giocare a partire dalle primarie interne al PS. I sondaggi lo avevano dato come rivale di Alain Juppé al secondo turno. "Riparto all'attacco. Questo primo turno è stato una sorpresa". Elezioni caratterizzate da una affluenza record con oltre 4 milioni di votanti. E che evidentemente sono proprio i suoi elettori a valutare in maniera negativa il precedente mandato presidenziale. "Al secondo turno, voterò per François Fillon". E l'Europa a guardare, cosciente che un argine al Front National è questione di vita o di morte per l'impatto che Marine Le Pen avrebbe sul futuro politico e istituzionale dell'UE. Fra loro c'erano anche numerosi simpatizzanti di sinistra, che sono andati a votare per "sbarrare la strada" all'odiato Sarkozy. Uno scenario del genere potrebbe spingere gli elettori a scegliere direttamente l'estrema destra "originale". Tra tanti elettori di sinistra che oggi hanno votato nelle primarie degli avversari c'era un'unica parola d'ordine: "Bloccare Sarkozy". Questo porta immediatamente a dire che di sicuro non sarà un candidato all'Eliseo "amico" delle oligarchie di Bruxellles, anzi: l'esatto contrario.

Per alcuni giornali francesi, un altro fattore può avere contribuito al recupero di Fillon e al successo di domenica. L'autorevole quotidiano Liberation titola sulla "rimonta spettacolare" di Fillol. Tra le altre cose vorrebbe riservare la possibilità di adottare bambini e la procreazione assistita alle coppie eterosessuali e proibire la maternità surrogata.

"Il secondo motivo è che il nostro paese si trova ora in periodo "Gollista". Il programma di Fillon è infatti dichiaratamente di ispirazione thatcheriana: tagli alla spesa pubblica, riduzione delle tasse, incremento dell'età pensionabile, revisione della legge sulle 35 ore. Quest'ultimo costituisce il suo governo e nomina Fillon ministro degli Affari sociali, del Lavoro e della Solidarieta'. Quello di Bordeaux, Juppé, più agée e rappresentante una destra tradizionale, e Fillon, liberista di lungo corso e primo cittadino di Le Mans.

Sia Juppé che Fillon si sono comunque distinti per misure reazionarie e anti-sociali alla guida di governi ugualmente impopolari.

"Francois Fillon è come un coccodrillo: sembra stia dormendo ma in realtà è pronto a mangiarsi tutti": mentre la colorita definizione spopola su Twitter il primo classificato nelle primarie del centrodestra francese si gode la festa.

Svanito definitivamente per Sarkozy il sogno di prendersi la rivincita su Hollande, che lo aveva battuto alle presidenziali del 2012.


COMMENTI