KXIP vs KKR Live Score

"Fortuna fu lanciata nel vuoto viva e cosciente".

Il processo per la morte di Fortuna Loffredo, la bambina del Parco Vede di Caivano precipitata dall'ottavo piano dell'edificio in cui abitava, è giunto alla terza udienza. Balzano ha eseguito l'autopsia sul corpo della vittima, specificando come, la piccola, "non abbia subito violenze fisiche, del tipo che sono procurate quando ci si difende da un'aggressione". Alla sbarra il presunto violentatore e omicida della piccola, Raimondo 'Titò' Caputo, ex convivente di quella Marianna Fabozzi (anche lei imputata) madre delle tre bambine che lo hanno accusato di stupro e di essere il killer di "Chicca". Per il medico legale la piccola è caduta di spalle, leggermente inclinata sul lato destro da un'altezza superiore di 10 metri. Mimma Guardato scoppia a piangere e scappa via dall'aula. Sono stati ascoltati i due carabinieri sul luogo del delitto quel maledetto 24 giugno del 2014. Caputo, in realtà, è accusato di aver più volte violentato sia Fortuna, sia tutte e tre le figlie della compagna. Antonio Ciarlegno, il consulente della Procura. E gli abusi erano cronici.

"Quando Fortuna è stata lanciata nel vuoto era viva e cosciente".I dottor Nicola Balzano, medico legale che ha seguito l'autopsia sul corpo di Fortuna Loffredo parla alla terza udienza.


COMMENTI