KXIP vs KKR Live Score

La scena sembra quasi studiata da un regista: il video, infatti, inizia con l'inquadratura dell'aggressore che attende l'arrivo della sua vittima, attorno a lei ci sono alcuni compagni - il suo pubblico - tutti con lo smartphone in mano, pronti per immortalare ciò che già sapevano sarebbe successo di lì a poco.

Il video è stato postato su Facebook da una coraggiosa ragazza che ha voluto di denunciare l'episodio per rompere il muro del silenzio: "Questo è ciò che è accaduto all'uscita di scuola qualche giorno fa".

La "protagonista" del video oltre ad aver picchiato la ragazzina l'ha minacciata pesantemente.

Attendere un istante: stiamo caricando il video.

La vittima tenta una timida giustificazione, ma la bulla la colpisce con uno schiaffo, forte dell'incitamento del gruppo che la esalta e ride.

La ragazza in questione, di cui si conosce solo il viso, ma non se ne conoscono le generalità, con fare da capobranco spinge al centro del cerchio la mal capitata che, non abbassando la testa, viene insultata e viene schiaffeggiata svariate volte.

Una voce fuori campo dice: "Se lo fai, ti picchio io" riferito alla bulla. Rimango veramente allibita dall'ignoranza di certi elementi che sfortunatamente nel 2016 esistono ancora.

UN'AGGRESSIONE STUDIATA A TAVOLINO - In un attimo lo scontro entra nel vivo: "Voglio sapere di questa storia, c'era la faccia, e c'era la foto mia?".

"Non voglio nemmeno i carabinieri in mezzo che giuro che vengo a casa tua e ti ammazzo, nel vero senso della parola", dice mentre affronta la coetanea.

Ma l'umiliazione finale avviene con la richiesta di scuse davanti a tutti. Poi le impone di mettersi in ginocchio.

Le minacce e gli insulti non sono bastati. In questo caso si tratta di ragazze.

È finito sul tavolo della Procura dei minori di Cagliari, e con l'identificazione di tutti i presenti da parte dei carabinieri, l'episodio di bullismo filmato accaduto qualche giorno fa all'uscita dell'Istituto Enogastronomico di Muravera (Ca) e postato ieri pomeriggio intorno alle 16 su Facebook che, nel giro di qualche ora, è diventato virale con oltre tre milioni di visualizzazioni, 64mila condivisioni e oltre 2.300 commenti. La "bulla" ha avuto la necessità di alzare le mani.


COMMENTI