KXIP vs KKR Live Score

APE social: a partire dal 2017 alcune categorie di lavoratori potranno andare in pensione anticipata fino a 3 anni e 7 mesi prima senza costi a loro carico.

Probabilmente oltre a queste tre categorie verrà inserita anche una quarta categoria costituita dai lavoratori che assistono un parente con disabilità grave convivente.

"Relativamente al tema della previdenza abbiamo apprezzato l'aumento delle risorse a 7 miliardi e l'innalzamento, da noi richiesto, del tetto della pensione lorda mensile, portato da 1.350 a 1.500 euro (soglia all'interno della quale chi usufruirà dell'Ape agevolata avrà zero penalizzazioni). Confermate le misure sulla quattordicesima, sulla no tax area, i lavori usuranti, i lavoratori precoci e le ricongiunzioni onerose".

L'anticipo pensionistico sociale pensato dal Governo si pone come obiettivo l'ammorbidimento dei requisiti imposti dalla riforma Fornero, fornendo una sorta di soluzione a costo contenuto per quei lavoratori che, con l'entrata in vigore della legge, entrarono a far parte della categoria degli esodati, ovvero quei lavoratori senza più un'occupazione, senza sostegni al reddito e impossibilitati ad andare in pensione con le vecchie regole nonostante l'età avanzata. "Oltre alla parte piu' innovativa del verbale coi sindacati, l'ipotesi di pensione contributiva di garanzia, su cui dobbiamo avviare subito una discussione". I sindacati, con la Cgil in testa, vorrebbero alzare la soglia a 1.650€, il che fa pensare che le trattative si chiuderanno a 1.300€ circa.

Lavoratori occupati in attività gravose con almeno 36 anni di contributi. Si parlava di 800-850 euro.

Per le categorie disagiate che rientrano in determinati requisiti e avranno un assegno pensionistico fino a 1500 euro lordi al mese, sarà possibile fruire dell'Ape social, ovvero il prestito pensionistico gratuito a carico dello Stato, che non prevede decurtazioni dall'assegno pensionistico futuro. "E per il limite di 36 anni, mutuato da quello per gli usuranti, varranno i periodi in ammortizzatori e disoccupazione, tutelando cosi' le carriere discontinue".

L'Ape sociale è garantita a chiunque abbia i requisiti o sarà "a rubinetto"? Poi, come per interventi simili, c'e' una clausola di monitoraggio, per cui, in caso di costi maggiori delle stime, potrebbe essere posticipato di qualche mese l'accesso all'Ape. Ma è un elemento tecnico, puramente ipotetico. Si tratta di un punto che potrà essere chiarito solo con la lettura dei testi definitivi della misura.

Ci sono meccanismi per evitare abusi?

Purtroppo al momento non c'è ancora nulla di certo, tanto che molte sono le manifestazioni dei lavoratori precoci che si stanno susseguendono su tutto il territorio nazionale. Si tratterebbe, quindi, di restituire 3500 euro l'anno per 20 anno e qui le cifre si fanno sicuramente più alte trattandosi di una somma che potrebbe variare tra i 70mila e gli 80mila euro da restituire in 20 anni.

Il cumulo riguarda anche i giovani che hanno iniziato a versare nella gestione separata e sono poi passati alla gestione dei lavoratori dipendenti.


COMMENTI