KXIP vs KKR Live Score

Le strutture pubbliche che vorranno montare le videocamere dovranno farlo a proprie spese. La votazione ha visto 279 voti a favore, 22 contrari; 69 gli astenuti. La Camera ha appena approvato la legge sulla videosorveglianza in asili, scuole d'infanzia e strutture per anziani. Sia le strutture private che quelle pubbliche, potranno farlo soltanto "previo accordo collettivo con le rappresentanze sndacali unitarie" o, in mancanza di consenso, con l'autorizzazione dell'Ispettorato del lavoro. "In commissione è stato fatto un lavoro attento, nato da un confronto reale con le forze politiche, e anche lunedì durante la prima lettura ho avuto riscontri positivi". Non ci sarà nessuna delle misure osteggiate dal Pd e dai 5Stelle, nessuna app per controllare a distanza, soltanto norme utili per regolamentare quanto alcuni asili privati già fanno e soprattutto per velocizzare le indagini delle forze dell'ordine in caso di segnalazione di reato. Ora il testo passa in Senato. "Per me è una grande soddisfazione, la fine di una battaglia personale cominciata nel 2008". Con la nuova legge, ogni violazione potrà essere accertata molto prima. Finora, le telecamere hanno incastrato maestre d'asilo e operatori socio-assistenziali autori di sevizie solo dopo essere state installate in seguito a denunce e segnalazioni all'autorità giudiziaria. Con la nuova legge, se la struttura della Bicocca avesse investito nei sistemi di controllo, il pubblico ministero avrebbe potuto vedere subito le percosse ai bambini di pochi mesi. La legge consente l'installazione delle telecamere di sorveglianza salvo prima avvertire in modo chiaro e specifico tutti gli utenti e i lavoratori della struttura.

L'articolo 3 della proposta di legge prevede che l'installazione di sistemi di videosorveglianza con telecamere a circuito chiuso presso le scuole deve garantire il diritto dello studente alla riservatezza e tener conto della delicatezza del trattamento di dati relativi a minori.


COMMENTI