KXIP vs KKR Live Score

Perchè potrebbe emergere che uno di questi regali non era destinato a un parente ma a una persona estranea alla famiglia.

I carabinieri stanno verificando a chi erano destinati i regali comprati dalla professoressa in vacanza. Acquisti pagati con la sua carta di credito. L'uomo è ora l'unico indagato in quanto il suo racconto non convince gli inquirenti, anche se i due suoi figli si dicono convinti che non c'entri nulla col delitto.

Nella villa di via Montecampione a Seriate le forze dell'ordine hanno perquisito, cercato, raccolto oggetti e possibili indizi.

Così anche come i due vecchi cellulari di Gianna, un tablet e un pc datato che la vittima utilizzava per scrivere i suoi appunti.

Alla perquisizione era presente il marito, indagato a piede libero (come atto dovuto), che sostenuto dall'avvocato Giovanna Agnelli continua a ribadire la propria innocenza e a spiegare la sua versione dei fatti: dopo essere uscito per buttare l'immondizia, quella sera avrebbe ritrovato la moglie a terra in cucina in un lago di sangue, già priva di vita.

I carabinieri di Bergamo hanno effettuato una nuova perquisizione oggi all'interno della villetta di piazza Madonna delle Nevi a Seriate, dove la notte del 26 agosto è stata uccisa Gianna Del Gaudio, l'ex prof ammazzata con una coltellata alla gola.

I risultati dei Ris, sono attesi entro la fine del mese, ma le indagini proseguono indipendentemente. "Eravamo spesso in contatto con i Tizzani e nulla, dico nulla, poteva far immaginare minimamente che sarebbe potuta accadere una tragedia così immane per tutti noi". Come si ricorderà la professoressa di Avellino venne brutalmente uccisa la notte tra il 26 e il 27 agosto, al termine della cena con il secondogenito e la compagna nella sua casa di Seriate.


COMMENTI