KXIP vs KKR Live Score

Federcaccia, Arci Caccia, Enalcaccia e Anuu, che stanno costituendo anche in Abruzzo la Fenaveri, Federazione delle Associazioni Nazionali Venatorie Riconosciute, nel corso di una conferenza stampa hanno denunciato la situazione di illegittimità che per colpe degli suoi uffici regionali sulla Caccia, si è verificata in Abruzzo, a dispetto delle leggi nazionali.

Alla luce di quanto sopra e in considerazione anche del fatto che il personale appartenente ai Corpi di polizia provinciale della nostra Regione di fatto non è più operativo in quanto trasferito nei ruoli di altri enti locali, si chiede al Corpo Forestale dello Stato di garantire per quanto possibile un maggiore sforzo nei controlli al fine di assicurare il rispetto di quanto disposto dalla magistratura. Il forte dubbio è che dipendenti regionali, legati ad associazioni ambientaliste, non profondano il massimo impegno per arrivare a redigere documenti e delibere inoppugnabili e rispettose delle leggi nazionali. Ci chiediamo se questo sia solo disattenzione o scarso impegno del lavoro o se ci sia addirittura un disegno nascosto di boicottaggio. Lo afferma, in una nota, l'assessore alle Politiche venatorie, Dino Pepe.

I giudici hanno ritenuto che il calendario venatorio varato dalla Giunta D'Alfonso sia da sospendere in quanto sussistono "condizioni di estrema gravità e urgenza tali da non consentire l'avvio della stagione di caccia almeno per le date previste per il mese di settembre, fino all'esame collegiale del ricorso che è stato fissato per il 28 prossimo".

Costantemente, è stato messo in evidenza dai rappresentanti regionali delle associazioni venatorie, l'Ufficio Caccia della Regione Abruzzo correda il calendario venatorio con relazioni che sono incomplete e prestano il fianco a ricorsi di associazioni ambientaliste.

L'assessore Pepe, infine, vuole puntualizzare anche che "alla base delle rimostranze del Wwf c'è soprattutto il mancato rinnovo del Piano faunistico venatorio regionale, carenza, questa, non certamente imputabile esclusivamente a questa amministrazione, visto che l'ultimo Piano approvato risale al 1992". Su questo punto l'Assessore precisa che avvierà a breve la procedura per la redazione di un nuovo Piano e in questo percorso intende coinvolgere attivamente attraverso una procedura aperta e partecipata tutti i portatori di interesse.


COMMENTI