KXIP vs KKR Live Score

Ad eseguire le ordinanze di custodia e' stata la Digos di Torino coordinata dal Servizio centrale antiterrorismo della direzione centrale della polizia di prevenzione, su disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo piemontese. L'operazione Scripta Manent contesta agli arrestati il reato di associazione con finalità di terrorismo e l'esplosione di tre ordigni: uno presso il quartiere Crocetta di Torino del 5 marzo 2007 e due presso la Caserma allievi Carabinieri di Fossano del 2 giugno 2006. In entrambi i casi, gli ordigni erano programmati per arrecare grave danno all'incolumità delle forze dell'ordine intervenute sul posto.

Alle prime luci dell'alba, questa mattina, la polizia di stato ha fatto scattare una vasta operazione contro la Federazione Anarchica Informale, meglio conosciuta come la FAI.

La base dell'associazione, secondo quanto ricostruito nelle indagini, era a Torino, ma le diramazioni si estendevano in tutto il Paese.

Già nel 2013 a Roma vennero arrestati altri due membri italiani nel corso di indagini riguardanti tre attentati avvenuti tra il 2010 e il 2013 nei pressi dei Castelli romani, mentre l'anno successivo furono indagate undici persone per una serie di attentati compiuti a Genova e a Parma, in caserme dei carabinieri, nonché per l'invio di un pacco esplosivo a Cofferati.

Gli accertamenti condotti dalla Digos in anni di monitoraggio, intercettazioni e pedinamenti, hanno permesso, in particolare, di appurare, rilevano gli investigatori, che i 15 indagati si muovono costantemente in maniera estremamente accorta, prendendo, in qualunque momento della giornata, ogni tipo di precauzione volta ad eludere eventuali controlli da parte delle forze dell'ordine.

Il nucleo Olga-Cellule è composto da Alfredo Cospito, la sua compagna Anna Beniamino, che ha un negozio di tatuaggi, e Nicola Gai, rampollo d'un'imprenditore di Moncalieri. Nelle perquisizioni, che oltre al Lazio hanno interessati anche abitazioni in Liguria, Sardegna, Lombardia, Emilia Romagna, Umbria, Campania ed Abruzzo, sono state impiegate anche squadre cinofile.


COMMENTI