KXIP vs KKR Live Score

A corrodere ulteriormente i possibili vantaggi per l'operatore francese c'è il fatto che i consumatori italiano puntano molto sulla qualità.

L'idea, dunque, è quella di lanciare il brand anche sul mercato italico, al fine di aprirsi a nuovi sbocchi commerciali.

La comunicazione segue l'accordo che Iliad, che fa capo a Niel, ha stretto con 3 e Wind per diventare il quarto operatore mobile in Italia, investendo in frequenze e torri.

L'arrivo di Niel, secondo Fitch attenua una delle preoccupazioni principali dell'Antitrust europeo che deve dare (entro l'8 settembre) il via libera alla fusione tra Wind e 3Italia, e cioè che il numero degli operatori rimanga invariato anche dopo l'operazione. Per quest'ultimo, inoltre, si tratterebbe della prima sortita al di fuori del territorio francese, dopo i vani tentativi del 2014 in Germania e del 2015 nel Regno-Unito. Free Mobile sbarca in Italia!

Ovviamente, i pacchetti e i prezzi potrebbero essere totalmente stravolti sul suolo italiano dove le aziende sono solitamente costrette a fare i conti con una tassazione più alta che, per forza di cose, si ripercuote negativamente sul prezzo finale del prodotto.

Adesso Iliad diventa il quarto operatore mobile con una copertura di livello nazionale. Oltre al trasferimento di un portfolio di frequenze 3G/4G di 2x35MHz equilibrato (2x5MHz nei 900MHz, 2x10MHz nei 1800MHz, 2x10MHz nei 2100MHz e 2x10MHz nei 2600MHz) Iliad si impegna ad acquisire diverse migliaia di siti nelle zone densamente popolate, mentre nelle aree rurali, potrà sottoscrivere accordi di condivisione della rete con la nuova società che nascerebbe dalla fusione o acquisire dei siti.

La prima costa 2 euro al mese e mette a disposizione 120 minuti di chiamate (0,05 euro/min oltresoglia) al mese verso residenziali e mobili francesi e verso 100 residenziali internazionali, SMS e MMS illimitati e 50 MB di traffico dati 3G e 4G (0,05 euro/MB oltresoglia). "Ci auguriamo che la proposta di Iliad garantisca le stesse prospettive di investimenti e sviluppo e chiediamo che sia sottoposto alla consultazione del mercato da parte della Commissione". Questo aprirebbe le porte del nostro paese a Free Mobile, la sussidiaria di Iliad che ormai da qualche anno raccoglie milioni di clienti in Francia grazie a tariffe estremamente convenienti.


COMMENTI