KXIP vs KKR Live Score

L'avviso di garanzia gli è stato notificato in mattinata dalla procura della Repubblica di Benevento, che ha disposto anche il sequestro della sua abitazione, a poca distanza dalla chiesa di Maria Assunta, dove la bimba, figlia di una coppia di romeni, era stata vista l'ultima volta.

Al momento, un operaio romeno di 20 anni è indagato per omicidio e violenza sessuale su minori: è stato interrogato a lungo ieri sera dai carabinieri del comando provinciale di Benevento e poi rilasciato dopo aver fornito una dettagliata descrizione dei suoi movimenti nella serata di domenica, quando è stato ritrovato il corpo di Maria.

Nel frattempo, l'avvocato dei genitori di Maria, Michele d'Occhio, ha comunicato che dall'autopsia sono stati rivelati dei graffi sulla schiena della bambina, senza però fornire ulteriori particolari sulla natura degli stessi. Per Marius l'indagato non è limpido e non sta raccontando tutta la verità: "L'ho incontrato in caserma, mi ha detto: 'Ti voglio bene, non ti avrei mai fatto una cosa simile". La comunità di San Salvatore è sotto choc. Mario non si rassegna e, quando gli dicono, che c'é un giovane di 21 anni, Daniel, indagato, alle decine di amici che gli sono vicini esprime la sua convinzione: è lui il colpevole. Sono stati fatti prelievi anche per verificare se la piccola sia stata costretta a ingerire bevande alcoliche o a prendere sostanze stupefacenti. Maria è morta per asfissia da annegamento. Nessuna informazione, invece, sugli accertamenti relativi alla violenza sessuale eseguiti durante l'autopsia. Nei suoi polmoni, infatti, è stata trovata presenza di acqua, segno che la bimba è stata gettata in acqua ancora viva e lasciata lì a morire, dal momento che non sapeva nuotare.

Poco verosimile anche che l'idea che la piccola si fosse avventurata da sola nell'agriturismo protetto da un alto cancello e dalla recinzione per fare il bagno in una sera di pioggia. Il ragazzo si stava preparando per raggiungere in auto la sorella a Telese Terme; la bambina sarebbe quindi salita a bordo del'auto, ma per entrambi è risultato impossibile raggiungere il comune vicino in quanto la strada era chiusa per una gara podistica.

Le indagini sono compiute dai Carabinieri coordinati dal Procuratore di Benevento, Giovanni Conzo. La bambina viveva a San Salvatore Telesino, con i genitori (papà operaio, mamma badante), entrambi romeni stabilitisi da tempo in Italia.

"Una disgrazia, un dramma, che tocca il cuore non solo dei cittadini di San Salvatore ma di tutti", dice il sindaco del paese, annunciando che il giorno dei funerali in paese sarà proclamato il lutto cittadino "per esprimere il dolore, la solidarietà e l'affetto di tutta la comunità a questa famiglia distrutta dal dolore". Una persona tranquilla, che finora non aveva mai fatto parlare di sé. Lei, la madre, ancora incredula e stordita dal dolore, ripete: "Non ci posso credere, ce l'ho sempre davanti ai miei occhi".


COMMENTI